20190716_213429.jpg

Igiene orale

Odontoiatria

Dolore orofacciale

Medicina orale del sonno

 

Divinum opus est sedare dolorem

studiomatteotresoldi

20190716_213429.jpg

Igiene orale

Odontoiatria

Dolore orofacciale

Medicina orale del sonno

 

Divinum opus est sedare dolorem

studiomatteotresoldi

 

Dott. Matteo Tresoldi

La mia formazione professionale e la mia storia passano da molte strade e da molti luoghi, incontri e approfondimenti.

Lo studio delle tematiche che gravitano intorno all'apparato stomatognatico e la volontà di comprendere sempre più a fondo le dinamiche anche umane e personali che sottendono determinate patologie, mi ha convinto che un costante aggiornamento e un approccio multidisciplinare siano i fattori fondamentali per poter comprendere e quindi trattare in maniera corretta i diversi bisogni dei pazienti.

IMG_20200908_125631.jpg
File 27-12-16, 08 32 52.jpeg

Formazione

  • Master di II livello in "Cefalee - Fisiopatologia, diagnosi e terapia" presso Università degli Studi di Torino - 2019

  • Laurea Magistrale in "Odontoiatria e protesi dentaria" presso Università Europea di Valencia (ES) - 2016

  • Laurea in "Igiene dentale" presso Università degli Studi di Milano - 2006

  • Diploma Superiore in "Odontotecnico" presso Istituto Casati di Milano - 2002

 

Prestazioni

Igiene orale 

La cura e la pulizia della bocca costituiscono la base dell'odontoiatria: la scarsa igiene orale provoca le due patologie più comuni, la carie e la parodontite.

Terapia del dolore orofacciale

La terapia del dolore orofacciale comprende il trattamento dei disordini temporomandibolari e di altri dolori al viso che non sono di causa dentale.

Il classico dolore alla mandibola, i rumori articolari vicino all'orecchio e le difficoltà di apertura della bocca sono la triade di sintomi di queste patologie.

Altri sintomi come alcuni tipi di cefalee, acufeni, dolore alle guance possono derivare da questi disturbi. Purtroppo ancora oggi si continua a credere che la causa di queste patologie sia l'occlusione dentale, sebbene la causa di queste patologie sia multifattoriale.

L'origine più frequente di questi dolori è il sovraccarico dovuto a situazioni stressanti: la terapia prevede un approccio di tipo comportamentale e nei casi più complessi di tipo farmacologico ed ortopedico.

Odontoiatria

Lo Studio si occupa di tutte le prestazioni più richieste: 

  • otturazioni

  • devitalizzazioni

  • estrazioni

  • protesi fissa su denti naturali e impianti

  • protesi mobile 

  • protesi su impianti

Medicina orale

del sonno

La medicina orale del sonno si divide in russamento e apnee ostruttive.
Per russamento s'intendono i rumori respiratori udibili provenienti dalle vie respiratorie durante il sonno, senza episodi di apnea né di ipoventilazione.
L'apnea ostruttiva del sonno è uno dei disturbi del sonno più frequenti.

La respirazione normale si vede diminuita (ipoapnea) o completamente abolita (apnea) a causa di una ostruzione delle vie aeree superiori. Questa ostruzione può essere di origine odontoiatrica quando la mandibola si posiziona indietro durante il sonno.
In caso di russamento e/o apnee ostruttive del sonno di entità lieve/moderata o in caso di intolleranza dell'apparecchiatura CPAP, l'odontoiatra può intervenire con degli apparati di avanzamento mandibolare.

 

Lo sapevate che...

INFILTRAZIONE ATM 3.tiff

... Quando si soffre di disordini temporomandibolari (dolore ai muscoli e alle articolazioni della mandibola) non è necessario alcun trattamento dentale, in quanto l'occlusione dentale non è la causa di questi dolori. A conferma di questo, le linee guida ministeriali raccomandano terapie NON invasive e reversibili, ovvero che non modifichino la posizione dei denti o ne cambiano l'occlusione.

... Non esiste una relazione fra postura e occlusione dentale. La letteratura scientifica più aggiornata evidenzia l'inesistenza di questa relazione. Basti pensare che per natura non siamo MAI con i denti a contatto. Alcuni soggetti si trovano in occlusione quando deglutiscono, ma raramente raggiungono la massima intercuspidazione dentale. Chiarito questo concetto, è facile comprendere come pretendere di correggere la postura agendo sull'occlusione (con ortodonzia, protesi, ritocchi dei denti) o viceversa sia privo di senso.

...Qualora ci si trovi invece in contatto dentale molto spesso durante la giornata, ci si trova in presenza di bruxismo diurno, ovvero di un atteggiamento dettato dal nostro cervello (sistema nervoso centrale). La terapia per il bruxismo non è di tipo dentale (ortodonzia, protesi o ritocchi dei denti): essendo un comportamento, deve essere focalizzata sul cambiamento di attitudine.

... Di cefalee ne esistono circa 200 tipi!!! Classificate dalla "International Headache Society", si trovano emicrania e cefalea di tipo tensivo ai primi posti per prevalenza. Una piccola parte di esse è correlata con i disordini temporomandibolari. Altri dolori al volto e cefalee, fra cui i dolori neuropatici e le cefalee autonomiche trigeminali, possono essere mal diagnosticati come patologie dentali e disordini temporomandibolari. In questi casi è necessaria una diagnosi corretta grazie alla collaborazione fra differenti specialisti, quali odontoiatri e neurologi, per non sottoporsi a trattamenti dentali inutili.